Gen 09 2014

HONDA CBR 1000 RR col. REPSOL
HONDA CBR 1000 RR col. REPSOL avatar

Tag: Compro e VendoNico @ 19:02

 

OCCASIONE

HONDA CBR 1000 RR  colorazione numerata  ufficiale  REPSOL

ANNO 2007    KM 14.000

A 6500 €  trattabili ( regalo cavalletti ant+post )

Colore originale unico proprietario scarico GPR omologato   completo di  collettori e terminale in carbonio… filtro aria BMC… centralina abbinata allo scarico.. corona con 1 dente un piu.. pastiglie anteriori nuove brembo.. coperchio originale per eliminare sellino posteriore ...compresi  cavalletti ant e post... la moto viene fornita con 4 litri olio castrol gps e filtro olio.. per prossimo tagliando la vendo per inutilizzo.

PER INFO:

GIORGIO  cell. 3474288242

    O  TRAMITE E-MAIL :

  tarantola 77@alice.it

Be Sociable, Share!

Gen 07 2014

Ritorno al passato
Ritorno al passato avatar

Tag: AmarcordNico @ 14:44

Ogni anno le case motociclistiche per invogliare la gente all’ acquisto sforna nuovi modelli  con linee sempre piu’ moderne   con elettronica e ciclistica  di serie piu’ aggiornata  possibile.

Per una buona fetta di pubblico  la cosa puo’ considerarsi molto interessante, ma in certi casi a  qualcuno non interessa tutto questo futuro motociclistico.Forse perchè a molti non piace piu’ correre sulle strade e la pista non sa proprio cos’è.

Ed è per questo che da diversi anni va molto di moda la ” MOTO-VINTAGE”.

La MOTO-VINTAGE  non è altro che un modello dalla tecnologia dei giorni nostri, ma con una linea che riprende gli anni passati.

Giustamente sono mezzi non destinati a scorrazzare sulle strade con ritmi sostenuti, ben che meno adatte all’ uso pistaiolo, ma sono ideali per chi vuole godersi le strade e ammirare i panorami viaggiando in modalità soft.

In commercio c’è l’ imbarazzo della scelta e tutto dipende dallo stile e l’ utilizzo che si vuol fare, visto che anche se riprendono le linee di altri tempi possono avere diverse caratteristiche, dalla VINTAGE sportiveggiante a una scrambler o ad  una tranquilla moto da passeggio.

Iniziamo con la NORTON COMMANDO 961 SPORT E la DUCATI CLASSIC 1000 SPORT  ideali per gli smanettoni nostalgici. Ciclistica adatta per chi vuol divertirsi sui tratti mille curve con equipaggiamento d’elitè.

  NORTON COMMANDO 961 SPORT

cilindrata 961 CC

potenza 70CV

accellerazione 0-400  12,9 SEC

vel. max 196 KM/H

peso 227 KG

prezzo 21500 €

 DUCATI CLASSIC 1000 SPORT

cilindrata 992 CC

potenza 97 CV

accellerazione 0-400  12,2 SEC

vel. max 205 KM/H

peso 187 KG

prezzo 11000 € 

Poi si passa alla HONDA CB1100, linea ripresa delle mitiche CB anni 70/80, ma quì è solo l’ aspetto di moto retrò perchè tutti i componenti sono da moto moderna e la guida facile che caratterizza tutti i modelli della casa dall’ ala dorata.

 HONDA CB 1100

cilindrata 1140 CC

potenza 84 CV

accellerazione 0-400  12,5 SEC

vel. max 180 KM/H

peso 242 KG

prezzo 11000 €

E come ultimi  esempi di MOTO-VINTAGE,  proponiamo quei mezzi che sono indicate per piccoli tragitti a bassa velocità e ideali per fare un bel figurone parcheggiate davanti al bar/pub piu’ in  di ogni città.

Linee old riprese da moto che hanno fatto il loro successo in vari film cavalcate  dall’ attore protagonista.

Tre diverse nazioni per tre moto ricche di personalità, si va dall’ italiana GUZZI V7 SPECIAL alla Giapponese KAWASAKI W800 SPECIL EDITION  al Inglese TRIUMPH SCRAMBLER 900.

 MOTO GUZZI V7 SPECIAL

cilindrata 744 CC

potenza 43 CV

accellerazione 0-400  14,6 SEC

vel. max 168 KM/H

peso 185 KG

prezzo 8740 €

 KAWASAKI W800

cilindrata 773 CC

potenza 44 CV

accellerazione 0-400  14,6 SEC

vel. max 165 KM/H

peso 209 KG

prezzo 8860 €

 TRIUMPH SCRAMBLER 900

cilindrata 865 CC

potenza 52 CV

accellerazione 0-400  14,2 SEC

vel. max 175 KM/H

peso 223 KG

 prezzo 9700 €

Queste moto elencate sono solo vari esempi di questo stile, perchè in commercio  esistono molti piu’ modelli.

La particolarità  di queste MOTO-VINTAGE  però è che anche se tutte fanno parte di questa categoria si differnzano per le loro caratteristiche tecniche e non solo.

Partendo dal motore ci sono  monocilindriche, bicilindriche fino ai 4 cilindri in linea ed  i prezzi vanno dai 8750€ della GUZZI ai  21500€ della NORTON, alcune montano sospensioni e freni  da vera sportva altre invece sospensioni tradizionali e addirittura certe montano in perfetto style-old un freno a tamburo posteriore …. ecc….

Sicuramente pero’ alla guida di questi mezzi, visto anche che non si puo’ di certo forzare il ritmo, ci si puo’ gustare in tutto relax quello che passa sotto alle proprie ruote.

Be Sociable, Share!

Ott 27 2013

Trialista nel GZR
Trialista nel GZR avatar

Tag: Comunicazioni soci,Novita'Nico @ 10:59

In dodici anni di GRUPPO ZONA ROSSA  son passati moltissimi motociclisti, ma mai nessuno ha avuto la passione per il  TRIAL.

Da quest’ anno invece abbiamo un nuovo tesserato che  pratica questa disciplina, si tratta di FRANCESCO LUPO, amico del mitico UMBERTO MOLASCHI.

Anche se molto giovane è un super appassionato di moto e di   meccanica in  generale, ma sempre pronto a cavallo della sua HONDA TRANSALP d’ annata ( Venduta a fine stagione per passare ad una TRANSALP 700 )  a  macinare  km e  km con un buon ritmo.

In pochi mesi si è subito affiatato con molti soci del gruppo e  conoscendolo sempre di piu’ ci ha  spiegato molte cose del TRIAL.

FRANCESCO,  per merito del Papà  ha  iniziato a 14 anni con un fantic 50 progress1 del 1986,  passato per una sherco 125 e poi una beta 290. E quest’anno oltre alla TRANSALP 700 ha  appena acquistato una OSSA  tr280i a iniezione.

Noi in generale non sappiamo poi tanto di questa disciplina, ma sentendo le testimonianze di FRANCESCO  diciamo che qualcuno si sta un po’  incuriosendo.

Per quello che riguarda la disciplina si divide in due filoni, l’indoor che si svolge in ambienti prettamente chiusi e su ostacoli artificiali, mentre la disciplina outdoor che si svolge all’aperto.

Le moto che si usano vanno dai 65kg ai 75kg dei più pesanti 4t, i giri non sono tanti, non conta tanto la potenza ma la coppia ai bassi e lo scopo è avere sempre trazione sul terreno in maniera tale da non scivolare e non appoggiare i piedi.

Le gomme sono di mescola morbidissima e vengono tenute a pressioni bassissime, quella posteriore sui 0,3atm (tubeless) e la anteriore 0.45atm (camera d’aria). Attualmente il monopolio delle gomme è in mano a MICHELIN.

Di fatti secondo lui è una buona alternativa al CROSS o al ENDURO per allenarsi nel periodo invernale, dove si sa che le moto da strada vanno un po’ in letargo.

Quindi aspettiamo ansiosi una bella prova ( o magari una sua bella esibizione ) di cosa si puo’ fare con queste strane:

MOTO DA TRIAL

 

Be Sociable, Share!

Set 25 2013

22/09/2013:Calestano-P.sso Sillara-Langhirano
22/09/2013:Calestano-P.sso Sillara-Langhirano avatar

Tag: GiteLeo @ 17:14

Solito ritrovo a Grumello con il PRESIDENT, ormai assuefatto all’idea di dover abbandonare almeno per quest’anno  le gite con il  GRUPPO ZONA ROSSA e per la seconda volta ( memorabile! ) neanche una BMW alla partenza. Infatti parte del  gruppo  era partito il giorno precedente per un week- end in Liguria e guarda caso la maggior parte erano BMWisti ( l’elite !!!!!!!! ). Ai quattro made in Japan della gita precedente si è aggiunto Michele con la sua Honda e cosi’ si completava il trio giapponese.

Partenza precisa alle ore 9 con destinazione Fornovo, Calestano e risalita verso il Passo della Sillara con strade semideserte ma molto sconnesse e con residui fecali sparsi qua e là lasciati da cavalli solitari ( a momenti ne investivo due che attraversavano la strada senza preavviso ! ).

La destinazione era Langhirano e a questo punto il grande Marco Caccia si ricordava di una pubblicità televisiva che sponsorizzava un ristorante tipo agriturismo denominato ” La Fazenda”. Dopo una breve ricerca si giungeva in questa oasi agrituristica immersa nel verde con laghetto e cigni, maneggio con cavalli ecc.!!!

Seduti a tavola sotto un immenso tendone in compagnia di un gruppo di cavallerizzi , abbiamo apprezzato un ottimo antipasto di salumi con torta fritta e formaggi, tagliatelle con tartufo o funghi, tiramisù, caffè .. ( con un modico prezzo ).

RITORNEREMO CERTAMENTE ………………..

5 PARTECIPANTI 5 MOTO

300 KM PERCORSI

Be Sociable, Share!

Ago 20 2013

Occasionissima….Honda Crosstourer
Occasionissima….Honda Crosstourer avatar

Tag: Compro e VendoNico @ 13:26

A chi piace questo modello della casa dell’ ala dorata non puo’ farsi certo  scappare questa occasione ……. visto le condizioni pari al nuovo, risparmiando un bel po’ di soldini.

HONDA CROSSTOURER   S.D.F.  ABS  limited edition

 MOTO IMMATRICOLATA  2013 ( UNICOPROPRIETARIO)                   KM.4500

SCADENZA BOLLO APRILE 2014                                                 GOMME 90%

VERSIONE LIMITED EDITION NERA : KIT BORSE ORIG. HONDA, CAVALLETTO  CENTRALE, CUPOLINO MAGGIORATO, PARA-MOTORE, PARAMANI

CAMBIO DOPPIA FRIZIONE DCT

MOTO VISIONABILE A CASTELLEONE ( CR)

VENDO A 12000 EURO

 Per info: DAVIDE  3480043847

 

 

 

Be Sociable, Share!

Mar 01 2013

SBK … spettacolo assicurato
SBK … spettacolo assicurato avatar

Tag: MotomondialeNico @ 01:09

Nel week-end scorso abbiamo assistito alla prima gara 2013 del campionato mondiale  SUPERBIKE  e come al solito abbiamo constatato che lo spettacolo non è mancato.

Sicuramente i piloti del Motomondiale saranno su un altro pianeta,  ma per noi poveri mortali quello che conta  è la sola visione di ottime gare con molti sorpassi.

La ricetta vincente è anche quella che le moto in gara son derivate da quelle di serie e quindi la competizione fra le marche è piu’ equilibrata.

Le  case sono che si giocano il titolo sono ben 6 ( HONDA — KAWASAKI — SUZUKI — APRILIA — BMW — DUCATI )

Anche se dopo molti anni e studi anche le moto della SBK stanno arrivando a delle potenze che non hanno niente da invidiare alla MOTOGP.

Certo che però anche in tempi passati le derivate di serie entusiasmavano  sempre, ecco alcune foto di qualche modello che correva anni fa  e il confronto con quello attuale.

Belle differenze vero?? …… Ma lo spettacolo anche a quei tempi non mancava mai.

E per quest’ anno la prima gara ha confermato che anche senza il campione del mondo MAX BIAGGI,  la 4 cilindri di Noale ha dettato legge. (1 manche tripletta assoluta e 2 marche un primo e un secondo posto).

ASPETTANDO IL 7 APRILE PER VEDERE LA  MOTOGP………

……sarà lo stesso spettacolo ???

 

Be Sociable, Share!

Feb 14 2013

Trasformazione ….FMX
Trasformazione ….FMX avatar

Tag: Novita'Nico @ 21:20

Poca spesa e tanta resa ………

Visto che il nostro ” PRESIDENT ”  dopo aver trasformato il povero DOMINATOR  …. e  averlo fuso.

Il solito criminale, come molti sanno, è riuscito a venderlo a pezzi  e cosa si è portato a casa…………….

L’  evoluzione del DOMINATOR………… Una bellissima HONDA FMX.

E secondo voi è riuscito  a non modificarla?????

Eccovi due foto ….. una appena fatto l’ affare ……. e una dopo un mese di lavoro nel suo garage

                     PRIMA                             DOPO

E che dire…….. sarà un pazzo psicolabile, ma quando si impegna riesce a rendere al meglio qualsiasi cosa che gli va sotto mano……………

E sicuramente  per le prima gite abbandonerà il suo mitico BMW K 1200S   per  far vedere a tutti i soci del

GRUPPO ZONA ROSSA…………… la sua nuova creatura.

Be Sociable, Share!

Feb 09 2013

Grandi Campioni: Eddie Lawson
Grandi Campioni: Eddie Lawson avatar

Tag: Amarcord,MotomondialeNico @ 14:14

Eddie Lawson dopo aver esordito nelle competizioni statunitensi, nel 1981 vinse la  100 miglia di Daytona  ripetendo il successo anche l’anno successivo. Vinse i titoli 1981 e 1982  dell’ AMA Superbike Championship e i titoli 1980 e 1981 dell’AMA 250cc road racing National Championship.

Nel 1983  debuttò in occasione del GP del Sudafrica nel motomondiale classe 500 su moto Yamaha, riuscendo a conquistare il titolo nella stagione seguente . Nel 1985  dovette invece accontentarsi di un secondo posto nella classifica generale, preceduto dall’altro americano Freddie Spencer.

Si rifece l’ anno seguente si laureò infatti campione del Mondo , trionfando contemporaneamente nella 200 miglia di Daytona. Nel 1987  arrivò terzo nella classifica della 500, preceduto da Wayne Gardner e Randy Mamola , nonostante le cinque corse in cui tagliò per primo il traguardo.

Conquistò successivamente il mondiale del 1988 e del 1989 (su Honda , vincendo 4 Gran Premi). Nel 1990 si trasferì di nuovo alla Yamaha , con la quale si aggiudicò la 8 Ore di Suzuka  senza però riuscire a tornare competitivo nel motomondiale a causa di un incidente a Laguna Seca che lo mise fuori per diverse gare. Passò poi alla Cagiva nel 1991 e con essa ottenne nel 1992 l’ultima sua vittoria nel Gran Premio d’ Ungheria.

Per coincidenza la sua carriera nelle corse iridate ebbe termine dove aveva anche debuttato: al termine del Gran Premio del Sudafrica dello stesso anno si ritirò dal motociclismo professionistico.

E correndo  dal 1983 al 1992 nel motomondiale   EDDIE LAWSON  conclude la sua carriera con bel 4 titoli mondiali ( 3 con YAMAHA e  uno con la HONDA ), ma  noi italiani  lo ricordiamo per l’ immensa felicità che ci ha regalato per la vittoria sul tracciato d’ Ungheria in quel lontano 1992  con la mitica CAGIVA C592.

GRAZIE  EDDIE

Be Sociable, Share!

Feb 05 2013

2 ere 2 gioielli a 2 ruote
2 ere 2 gioielli a 2 ruote avatar

Tag: Amarcord,VideoNico @ 00:03

La NR 750 del 1987, un modello stradale di derivazione dal modello Le Mans a pistoni ovali, modificato con l’adozione del “controllore” di potenza dell’NR 500 sulla normale produzione di serie. Questo modello entrò nel Guinness dei primati nel 1993, quando l’allora campione mondiale Loris Capirossi la guidò, stabilendo numerosi record di velocità sull’anello ad alta velocità di Nardò (Lecce, Italia), fra cui il chilometro da fermo (con velocità d’uscita a 299,825 km/h) ed i 10 chilometri con partenza da fermo (media 283,551 km/h)

Questa moto (versione stradale) è stata prodotta in 322 esemplari, dal costo di 100.000.000 di lire (£) del tempo,  era dotata di un motore a quattro cilindri,  con pistoni ovali sorretti da 2 bielle  e con una distribuzione a 32 valvole con doppia candela.

Il motore della versione stradale NR 750, era capace di 125 CV (91,91 kW), in grado di spingere la moto, dal design molto particolare, alla soglia dei 260 km/h e questo senza l’adozione degli accorgimenti moderni come le valvole pneumatiche o l’iniezione elettronica intelligente.

Ma il motore non era l’unico punto a cui gli ingegneri e tecnici Honda avevano dedicato attenzione e cure: anche il forcellone monobraccio posteriore era stato sottoposto a particolari cure e lavorato a dovere, così come la forcella anteriore di diametro generoso e pluriregolabile e l’air-box in pressione, con prese sia direttamente sul cupolino che ai lati dello stesso.


VENT’ ANNI DOPO ……… ……….

In casa DUCATI nel 2007  mettono in commercio la versione stradale della DESMOSEDICI vincitrice con CASEY STONER  in  MOTOGP.

Il motore è unV4  a 90° definito a L, 989 C.C. di cilindrata , con 4valvole per cilindro,doppio albero a camme desmodromico in testa (comandati a cascata di ingranaggi) e configurazione “Twin Pulse” a scoppi asimmetrici.

Come tutta la moto, anche il propulsore è costruito con materiali speciali e leggerissimi: valvole e bielle  in titanio, basamento e teste in lega d’ alluminio fusi in terra, coperchi motore in magnesio fusi in terra. Lapotenza sviluppata, con scarichi aperti e centralina dedicata, supera i 200cv.

Ilcambio , a 6 marce, è completamente estraibile (caratteristica che permette la sostituzione e la modifica dei rapporti in modo rapido), mentre la frizione  è multidisco a secco, completa di meccanismo antisaltellamento.

Il telaio è il classico traliccio di tubi in acciaio  (segno distintivo di tutte le Ducati), con l’aggiunta di piastre ricavate dal pieno. Il telaietto reggisella è in carbonio.

Caratteristico lo scarico, infine, è del cosiddetto tipo “a camino”, quindi i gas fuoriescono da aperture praticate sul codino.

Il prezzo della moto era di 60.000€,  nonostante ciò sono state tutte vendute le 1500 motociclette disponibili.

E che dire,   anche se questi modelli rimangono un vero sogno nel cassetto per noi “poveri” motociclisti dobbiamo ammettere che hanno lasciato un segno molto profondo per quanto riguarda la perfezione della motocicletta sportiva per quanto riguarda design, tecnologia e potenza……….

MA SOGNARE NON COSTA NIENTE……….

Be Sociable, Share!

Gen 25 2013

Motogp: attacco spagnolo
Motogp: attacco spagnolo avatar

Tag: MotomondialeNico @ 16:23

La stagione della MOTOGP non è ancora iniziata  e per sentire i nuovi mezzi 2013  in pista bisognerà aspettare il  6-7 Febbraio dove avverrano i primi test sulla pista di Sepang.

La novità che fa piu’ parlare i vari motociclisti è sicuramente il passaggio  ( o meglio il ritorno ) di VALENTINO ROSSI alla casa dei tre diapason insieme al campione del mondo JORGE LORENZO, ma non è la sola novità.

Diciamo che noi  italiani siamo tutti curiosi di vedere, dopo gli scarsi risultati di ROSSI, come andrà il nostro connazionale ANDREA DOVIZIOSO  sulla DUCATI DESMOSEDICI…….finalmente rossa.

Qualcuno invece pensa che anche quest’ anno sarà difficile togliere sulla carena il numero uno a JORGE LORENZO.

Comunque dopo tutte queste notizie e curiosità in molti si stanno dimenticando di cosa sta preparando ” MAMMA HONDA”…. ossia dopo il mondiale vinto da STONER non gli sta bene essere surclassata dalla coppia YAMAHA ROSSILORENZO ed è per questo che anche la sua accoppiata puo’ veramente produrre delle belle sorprese.

Di fatti non sottovalutiamo questo attacco tutto spagnolo,  sempre piu’ contento  lo sponsor REPSOL avendo in questo 2013 il team  PEDROSA – MARQUEZ

Quindi non ci resta che aspettare il  7 APRILE per la prima gara della stagione 2013  e speriamo che almeno quest’ anno sia un campionato  un po’ piu’ avvincente e spettacolare.

Be Sociable, Share!

« Pagina precedentePagina successiva »