Apr 20 2018

15/04/2018 : Gita a Bossico ( Bg. )
15/04/2018 : Gita a Bossico ( Bg. ) avatar

Tag: GiteLeo @ 09:48

Previsioni meteo poco rassicuranti, ma nonostante tutto,  presenti in sei presso il ritrovo del Pit Stop a Castelleone. Infatti al ritrovo della partenza c’erano Marisa e Brelio, Dino, Beppe Piccioni, Amighetti e Leo. Si parte in direzione Soncino, Orzinuovi e si prosegue per il lago d’Iseo per percorrere la costa bresciana e giungere a Lovere per una breve sosta.

Dopodiché si parte in direzione Clusone e dopo pochi km. si devia a destra per salire a Bossico, una ridente comunità montana con una stupenda vista panoramica sul lago d’Iseo. Dopo una breve sosta sulla piazza centrale del paese, si sale in fondo al paese per ritrovarci al ristorante-pizzeria Sette Colli. Bellissimo locale con vetrata panoramica e con i proprietari ( padre e figlio ) motociclisti, pertanto molto gentili e premurosi.

Antipasti misti, brasato d’asino con polenta, dolci misti, caffè e tipica grappa barricata. Un classico pranzo da GZR.

Si scende poi costeggiando il lago sulla costa bergamasca e dopo Sarnico ci si ferma presso un classico barettino per i saluti terminali. Tutto il viaggio è stato accompagnato da una pioggerellina non insistente,  ma ricca di sabbia sahariana che ha ridotto le nostre moto in modo indecente. Bella gita da ripetere soprattutto per il magnifico panorama.

Moto 5  Partecipanti 6

km. 220-230

Be Sociable, Share!

Giu 10 2015

07/06/2015 : Gita al Lago d’IDRO
07/06/2015 : Gita al Lago d’IDRO avatar

Tag: GiteLeo @ 17:53

 

Programmata questa breve gita per rimediare un po’ di fresco, visto il caldo afoso che ci opprimeva da qualche giorno. Consueto ritrovo al Bellott’s alle ore 8,30 e partenza alle ore  9,00. Presenti: Nico e Manu, Leo e Beppe, Paolo e Michele, Caccia e Cino, Alberto, Marco e Melissa, Matteo e Lara, Michele e Melania, Samuele e compagna. Bella la Ducati reinventata da Samuele e la nuova fiammante Yamaha FJR di Alberto.

   
   
   

Alcune defezioni inaspettate, ma soprattutto la grave mancanza di Brelio e Marisa per una improvvisa indisposizione e qui mi fermo per non infierire troppo su una determinata casa motociclistica. Si parte per raggiungere Brescia e successivamente le solite Coste con breve tappa al mitico curvone. Verso mezzogiorno si arriva sul lago e si decide di pranzare presso Pizzeria da Cinzia dove nel frattempo ci gustiamo le gare di SuperBike. Dopo il pranzo ci si accomoda in riva al lago in tenuta balneare ( purtroppo manca il costume da bagno GZR ) e dopo qualche pisolo e chiacchiere varie qualcuno si butta in acqua per cercare refrigerio. Indubbio canone estetico da gruppo pancia grossa con abbronzatura cadaverica accentuata dalla temperatura fredda dell’acqua. Una bella rinfrescata per attenuare il caldo torrido. Nel frattempo giungevano Luca e Massimo ( fratello di Marco ). Verso le 17 si riparte e come al solito si arriva in ordine sparso non prima di una breve sosta in un bar prima di Quinzano. Erano previsti temporali pomeridiani ma non s’è vista nemmeno una nuvola e il caldo era veramente afoso.

 
   
   

19 PARTECIPANTI  14 MOTO

KM230 CIRCA

Be Sociable, Share!

Apr 01 2015

29/03/2015 – Gita a Bettola (PC)
29/03/2015 – Gita a Bettola (PC) avatar

Tag: GiteLeo @ 20:19

Finalmente dopo qualche domenica piovosa iniziano le prime gite ufficiali del G.Z.R. con il ritrovo a Cappella Cantone dove eravamo presenti alla rituale fiera primaverile dei Palpacui ( per chi non è cremonese la parola significa palpaculo e non conosco l’origine di questa consuetudine !!!) .

Infatti in mattinata è stato allestito il nostro gazebo con esposte alcune nostre motociclette del team G.Z.R. ( grande il nostro Leo Morreale , perfino Bettino con la sua Honda e altre ancora .

Per i gitanti l’orario di ritrovo era previsto per le ore 10 e la destinazione  era tutta da decidere. Dopo qualche foto di rito e un brevissimo conciliabolo il nostro  Gian Guido ci consigliava di arrivare a Bettola presso l’ Agriturismo Enrichetta.   Alla partenza dopo le 11, presenti Leo Doc e Beppe Piccioni, Brelio e Marisa, Cino e Gian Guido, Angelo e Lara, Stefano Casana, Amighetti e Daniela, Matteo e Laura, Michele e Melania. Non pochi visto che diversi del gruppo avevano altri impegni o erano in compagnia con il President attorno al nostro stand. Si parte con andamento lento ( Leo Doc davanti al gruppo ) soprattutto per non affaticare quelle tardone BMW che ormai infestano il G.Z.R. e in breve tempo si giunge a destinazione. Ottima la scelta di Gian Guido sia per il bel luogo turistico che per l’ottimo pranzo. Si inizia con ottimi salumi come antipasto seguiti da due primi a base di pappardelle al sugo di pomodoro e pisarei e fasoi, ottimi secondi con brasato di capriolo e stinco di maiale al forno, diverse crostate come dolce, caffè e ammazzacaffè con bargnolino e nocino locali. Veramente ottimo come pranzo e prezzo inimmaginabile. Ritorneremo !!! Ritorno in ordine sparso e ritrovo finale al Bellott’s per la chiusura della tradizionale festa locale.

 15 PARTECIPANTI

10 MOTO

160/170 KM CIRCA

Be Sociable, Share!

Gen 05 2015

Inizio Anno 2015
Inizio Anno 2015 avatar

Tag: Comunicazioni sociLeo @ 19:34

Dopo più di un mese che non compaiono articoli sul sito (President e articolisti dove siete ? ) e consapevole che gli argomenti da affrontare sono scarsi, visto il poco utilizzo dei nostri mezzi a due ruote in questo periodo , vi racconto un piccolo aneddoto relativo alla mia unica super-moto del gruppo. Circa un mese fa, dopo l’usuale messa in letargo per il periodo invernale, mia moglie mi chiedeva con la sua proverbiale innocenza in fatto di motori, come mai la mia moto si chiamasse SUPERTENERE  e a tal proposito le spiegavo che tale denominazione era riferita al mitico deserto africano del Sahara. Come vedete è stata subito ricoperta con un telo leopardato  in onore al continente africano. Un po’ pacchiano ma efficace.

Auguroni di buon inizio anno a tutti gli affiliati e un arrivederci a presto a Verona per la consueta Esposizione di fine gennaio. Leo Doc il Number One

Be Sociable, Share!

Ott 30 2014

26/10/2014 – Gita P.sso Penice, Rivanazzano
26/10/2014 – Gita P.sso Penice, Rivanazzano avatar

Tag: GiteLeo @ 19:02

Ormai queste ultime gite autunnali dimostrano che ci sono dei veri motociclisti che non temono confronti e che tengono alto il nome del nostro beneamato GRUPPOZONAROSSA.

Infatti al solito ritrovo eravamo veramente in pochi : Leo Doc e Beppe, Cino e Paolo Gatti, Angelo e Lara e l’insolito ritorno dopo anni di assenza di Gianluca con una mostruosa Benelli TNT 1160 . D’altra parte qualcuno del gruppo mancava perché doveva provare una Lamborghini, un altro perché aveva il cotechino a pranzo, il President e Amos introvabili…….. e gli altri ? Beppe ha ormai abbandonato la RT 1200 e si diverte con la Tenerina 660 e Angelo con Lara circolano con la loro BMW K 1600 con musica ad alto volume e solo liscio ( che pena !!!!! ). Si decide comunque per una gita breve con prima tappa sul p.sso Penice dove dopo una breve sosta e l’acquisto di formaggi e salumi locali ( Angelo ne ha sempre bisogno ), si decide di ripartire in direzione Varzi. Da segnalare l’abbandono dal gruppo di Gianluca che doveva rientrare a casa, forse intimorito dalla presenza di motociclisti con prestazioni rally-enduristiche  tali, da far accapponare la pelle.Come dicevo si scende verso Varzi, Salice Terme e finalmente dopo tanta ricerca si trova un ristorante-pizzeria ( LA BRACE ) sulla provinciale di Rivanazzano un po’ prima di Voghera. Si inizia con una sfiziosa pizza come antipasto e si prosegue con un’abbondante tagliata o con funghi porcini o con rucola e grana e patatine come contorno ( veramente buona,  insolitamente abbondante e da terminare a fatica). Si termina con caffè e una bottiglia di grappa che l’ingenuo gestore ha lasciato sul tavolo pensando a un moderato e  benevolo assaggio. Ottimo anche il prezzo.

Si riparte in direzione Voghera e lentamente si arriva Piacenza. Ultima tappa a Santo Stefano Lodigiano per un breve intermezzo pomeridiano con assaggio di salame e un buon prosecco e finalmente si giunge a casa all’imbrunire, stanchi e ormai consapevoli che forse sarà stata l’ultima gita dell’anno. Allego una foto che piacerà certamente al nostro ex ( per ora ) motociclista Ciano che è un collezionista di animaletti suini-formi !!!!!

Partecipanti : 7

Moto : 6

Km. 230 circa

Be Sociable, Share!

Ago 12 2014

10/08/2014 – GITA A PORTO VENERE
10/08/2014 – GITA A PORTO VENERE avatar

Tag: GiteLeo @ 20:33

Gita non prevista ma certamente bella e ripetibile visto che è uno dei più bei luoghi della costa ligure. Innanzitutto c’è una grande novità nel GZR, inaspettata da molti e sicuramente innovativa, dato che una motocicletta di questo tipo non era presente nel gruppo. Finalmente è presente una Yamaha Super Tenere 1200  che riequilibra la potente presenza di BMW-isti, che di certo storceranno il naso e che dovranno inchinarsi alla reale superiorità  di questo mezzo  assolutamente impareggiabile. Ebbene sì, il Leo Doc ha abbandonato la mitica Suzuki  Traveller 1250 ( molto dispiaciuto ) e non ha esitato a realizzare questo trapasso.

Ritrovo dal Bobo ad Annicco alle ore 8 ( vista la chiusura per ferie del Bellott’s Pub ) e inspiegabilmente la partenza è stata ritardata alle ore 9.  Presenti  Leo Doc con Mary, Davide e moglie, Beppe Piccioni, Lorenz e Guenda, Gianmario, Emanuele Lena, Paolo Gatti, Marco Caccia e Amighetti.

Solito tragitto  verso Parma e Fornovo per risalire sul passo della Cisa e giungere dopo Aulla al bivio per La Spezia. Inspiegabilmente l’Amighetti ha proseguito e di lui si sono perse le tracce nonostante le ripetute chiamate per rintracciarlo.

Giunti a Portovenere ad un’ ora avanzata, abbiamo parcheggiato le nostre motociclette in modo insolito su un marciapiede con l’incubo di eventuali multe . A poca distanza ci siamo accomodati in un ristorante locale ( La Lucciola ) con vista mare e dove ci siamo rifocillati con un abbondante tris di primi ( trofie al pesto, penne e spaghetti alle vongole ) e un ottimo fritto misto con cozze alla marinara.

Ovviamente le ore passano e vista la calda e afosa giornata si è optato per un veloce ritorno in autostrada in ordine sparso.

Partecipanti : 12

KM. 400 circa

Moto : 9

Be Sociable, Share!

Ago 02 2014

27/07/2014 – Gita a Genova
27/07/2014 – Gita a Genova avatar

Tag: GiteLeo @ 09:41

Sto scrivendo un po’ in ritardo questo articolo per aver lasciato spazio alla nascita del nuovo TEAM GRUPPOZONAROSSA di cui non farò’ mai parte, viste le mie prodigiose tecniche di guida ( ricordate slow hand ).

Ritrovo alle 8,30 con destinazione ancora da decidere. All’inizio eravamo solo in due ( io e Beppe Piccioni ) ma poi verso le 9 si sono aggiunti il Lena e Mattia. Tutti gli altri intimoriti dalle  solite previsioni del tempo che poi si sono rivelate fasulle Qualcuno aveva la moto troppo pulita oppure con la batteria scarica, o ancora assonnati per le ore piccole ……

Dopo un breve consulto si decide di partire per Genova passando per la Val Trebbia. Viaggio tranquillo e soprattutto prudente per la famigerata fama di possibili spiacevoli incontri di Polizia o Carabinieri. Dimenticavo di dire che già a Piacenza compariva uno straordinario sole, sconfessando così le paure di chi non si è voluto presentare.

Giunti a Genova abbiamo parcheggiato di fronte all’Acquario e pranzato in un ristorante  in riva al  mare nell’ex-cotonificio. Solo un primo e caffè visti i prezzi non tanto abbordabili.

Giornata molto calda mitigata un po’ dalla brezza marina. Per il ritorno si decide di passare per il passo dei Giovi , Serravalle Scrivia e l’interminabile rettilineo fino a Piacenza e successivamente al Bellott’s per una rinfrescante birretta.

Dimenticavo un piccolo particolare : sul passo dei Giovi mi ero fermato ad attendere gli altri, visto che ci eravamo separati lungo le vie di Genova e nei pressi di un bar notavo un gruppo di motociclisti tutti in possesso di un BMW GS 1200 . Fino a qui niente di strano, ma il fatto che tutti avessero un età di certo superiore ai 65 anni, mi ha confermato che è la moto non per me, ma solo per chi non ha più stimoli ( troppa elettronica !!!!). Sto ovviamente scherzando, ma fa piacere vedere quanto sia vario e  folcloristico il grande mondo di noi amanti della moto.

Partecipanti : 4

Moto : 4

KM : 400 circa

Be Sociable, Share!

Mag 21 2014

18/05/2014 : P.sso del Bocco – Chiavari – Rapallo-val d’Aveto
18/05/2014 : P.sso del Bocco – Chiavari – Rapallo-val d’Aveto avatar

Tag: GiteLeo @ 18:49

Puntuale ritrovo al Bellott’s prima delle ore 9 con un discreto numero di defezioni per i motivi più svariati. Il duo Molaschi assente giustificato, un altro assente per guasto meccanico ( sospensione anteriore), uno riferisce che si doveva recare dai frati ( mah !!!!), poi l’innominato possessore di una moto astrusa che probabilmente doveva coltivare il suo piccolo orticello tipo pianura del Don e inoltre il  President che è giunto a salutarci con occhi cerchiati e sfatti ( reduce dalla serata precedente con l’innominato ) e che ha addotto scuse tipo il mantenimento di relazioni politico-sociali utili al gruppo. Ma l’ Amighetti che fine ha fatto e il Brelio con la sua consorte ?

Prima della partenza si è aggiunta una coppia di amici del mitico Oreste con una aggressiva V-MAX 1200 dal rumore inconfondibile. Si parte pertanto per Cremona e dopo il ponte di Po si aggrega  l’instancabile Beppe Piccioni.

Bellissima giornata con sole splendido e solita prima tappa a Fornovo per rifornimento benzina ( c’era anche il gruppo Pneumatico Fumante ), poi successiva fermata  a Bedonia per un breve rinfresco prima della salita per il p.sso del Bocco.

Bellissima salita con poco traffico e suggestiva discesa fino a Chiavari con sosta presso il ristorante pizzeria ” Da Claudio ” ubicato sul mare e con prezzi abbordabili. Durante il pranzo abbiamo deciso di affidare la scelta della strada del ritorno al tremendo Beppe che, ricordandosi di una stradina  percorsa alcuni anni prima, ci ha condotti fino a Rapallo e successivamente ci ha fatto inerpicare su una collina con una stradina stretta stretta ma con vista mare incantevole e boschi inpenetrabili. Dopo diversi interminabili chilometri si giungeva sulla strada della val d’Aveto e si raggiungeva Marsaglia per una breve sosta. Ovviamente ritorno a casa in ordine sparso.

Dimenticavo un piccolo particolare : la compagna del possessore del V-MAX , memore della sfacchinata mattutina e avendo avuto il sentore di un ritorno ancor più curvaiolo ha deciso di ritornare in treno onde evitare eventuali malesseri. Ovviamente con una Suzuki Traveller non avrebbe avuto questo inconveniente !!!

Ho inoltre appreso, dato che io non utilizzo facebook, che qualcuno ha ironizzato sulla non particolare bellezza del nostro adesivo ( tanto per far ridere ) e su un incidente motociclistico occorso al nostro President ( definito inoltre clown ). Complimenti al perfido e ipocrita lavaggio cerebrale attuato a questi personaggi che non meritano ulteriori commenti. Una caduta in moto è un accidente terribile che può accadere in qualsiasi circostanza e che purtroppo lascia spesso gravi conseguenze. Non si può scherzare su queste cose, in particolare con persone con le quali c’era un rapporto di amicizia tale, da superare qualsiasi incomprensione. Scusate lo sfogo, ma alla mia età e data la mia passione per il motociclismo in un gruppo dove si allacciano rapporti con i più svariati personaggi, non riesco a comprendere queste scaramucce che fanno male a chiunque.

km. percorsi : 430 circa

9 Moto  12 Partecipanti

 

 

 

Be Sociable, Share!

Mag 12 2014

4/05/2014 Bettola e dintorni
4/05/2014 Bettola e dintorni avatar

Tag: GiteNico @ 14:46

Domenica 4 Maggio.  Tanto  per cambiare si è svolta una bellissima gita  dalle caratteristiche culinarie.

Trovati al BELLOTT’S PUB intorno alle ore 9:00, dopo aver fatto colazione e visto il tempo,  su suggerimento del nostro socio EMAUELE LENA  si è pensato di fare una tranquilla gita sul piacentino con tappa per il pranzo presso l’ agriturismo  ” VILLA  ENRICHETTA “ a  Bettola.

Alla partenza bisogna  notare ben   due particolari, uno è l’ assenza di due colonne portanti del GRUPPOZONAROSSA.

Ossia mancano all’ appello il mitico LEO DOC, che non puo’ far parte causa cresima e  il nostro GIUSEPPE PICCIONI che vista l’ acqua del primo Maggio ha deciso di saltare questa gita…….. ahi ahi ahi….  e quì i punti nella classifica presenze  vanno verso il mondo KAWASAKI.

L’ altro particolare ( quì il LEO DOC  era contentissimo ) è stata  la minoranza della BMW  motorrad   e una maggioranza delle JAPPONESI, tra cui 3 KAWASAKI, una YAMAHA , una HONDA ed  in piu’ per il “MADE IN ITALY” la mitica ALA AZZURRA di GIANMARIO.

Come detto all’ inizio questa gita è stato piu’ un piacere per il palato dei soci, visto il menu’ proposto che i km fatti per il piacere della guida.

Accolti attorno a mezzogiorno con un aperitivo a base di salame nostrane e dell’ ottimo vino bianco, fatto  per colmare il buchino nello stomaco prima dell’ abbuffata generale.

Finito il tutto prima di prendere la via del ritorn0, tutti i soci hanno visitato con piacere l’ intero agriturismo dalle stalle dove vi erano molti cavalli   e tutti i dondoli per fare una pennichella post-pranzo.

8 MOTO 8 PARTECIPANTI

260 KM CIRCA

 

Be Sociable, Share!

Apr 14 2014

13/04/2014 : Borno-Presolana-Lago d’Iseo
13/04/2014 : Borno-Presolana-Lago d’Iseo avatar

Tag: GiteLeo @ 20:09

Solito ritrovo presso Bellott’ s pub di Cappella Cantone con la consapevolezza di ritrovarci in pochi affiliati, viste le incerte condizioni atmosferiche e la mancata presenza del President che si è dedicato, come ospite di riguardo, al gruppo CUSTOM BIG TWIN a Soresina. Giunto in sede e ritrovati i cari classici Kasawakisti, si è aggiunto, dopo vari solleciti, il caro amico Angelo con Lara di Acquanegra Cr.se , in sella a una moto BMW  K1600 GT super-accessoriata che ha lasciato di stucco tutti i presenti, ma che non ha convinto il sottoscritto che come sapete è un filo-japan.

Pensate che Angelo è passato da una Honda 500 Four (cosi’ bella ) a un T-MAX, poi una bellissima Fazer 1000, inoltre possiede un Guzzino 250 ristrutturato del 1947 !!!!!. Purtroppo ha avuto il coraggio di presentarsi con una moto, certamente bella, comoda, accattivante,ma sicuramente da persone anziane che ormai hanno raggiunto il massimo della serenità’.

Dopo l’arrivo di Beppe Piccioni, galvanizzato da tale presenza, si parte con qualche goccia di pioggia e con velocità, come si dice in gergo musicale, andante moderata. Si giunge poi  a Sulzano sul lago d’Iseo per pausa caffè.

Con moderazione si giunge  a Borno e come al solito ci si accomoda  presso il ristorante-pizzeria Marhos ormai noto e meta di altri motociclisti, per la sosta pranzo.

Successivamente si riparte con destinazione Passo Presolana completamente semi-deserto e dopo un po’ si prosegue  per raggiungere la costa bergamasca del lago d’ Iseo dove Sarnico è una meta impossibile per fare una breve sosta . Si arriva poi in ordine sparso al punto di partenza.

Gita bella e con clima frescolino, ma piacevole e senz’altro da ripetere.

6 MOTO 8 PARTECIPANTI

300 KM PERCORSI

Be Sociable, Share!

Pagina successiva »