Apr 14 2014

13/04/2014 : Borno-Presolana-Lago d’Iseo
13/04/2014 : Borno-Presolana-Lago d’Iseo avatar

Tag: GiteLeo @ 20:09

Solito ritrovo presso Bellott’ s pub di Cappella Cantone con la consapevolezza di ritrovarci in pochi affiliati, viste le incerte condizioni atmosferiche e la mancata presenza del President che si è dedicato, come ospite di riguardo, al gruppo CUSTOM BIG TWIN a Soresina. Giunto in sede e ritrovati i cari classici Kasawakisti, si è aggiunto, dopo vari solleciti, il caro amico Angelo con Lara di Acquanegra Cr.se , in sella a una moto BMW  K1600 GT super-accessoriata che ha lasciato di stucco tutti i presenti, ma che non ha convinto il sottoscritto che come sapete è un filo-japan.

Pensate che Angelo è passato da una Honda 500 Four (cosi’ bella ) a un T-MAX, poi una bellissima Fazer 1000, inoltre possiede un Guzzino 250 ristrutturato del 1947 !!!!!. Purtroppo ha avuto il coraggio di presentarsi con una moto, certamente bella, comoda, accattivante,ma sicuramente da persone anziane che ormai hanno raggiunto il massimo della serenità’.

Dopo l’arrivo di Beppe Piccioni, galvanizzato da tale presenza, si parte con qualche goccia di pioggia e con velocità, come si dice in gergo musicale, andante moderata. Si giunge poi  a Sulzano sul lago d’Iseo per pausa caffè.

Con moderazione si giunge  a Borno e come al solito ci si accomoda  presso il ristorante-pizzeria Marhos ormai noto e meta di altri motociclisti, per la sosta pranzo.

Successivamente si riparte con destinazione Passo Presolana completamente semi-deserto e dopo un po’ si prosegue  per raggiungere la costa bergamasca del lago d’ Iseo dove Sarnico è una meta impossibile per fare una breve sosta . Si arriva poi in ordine sparso al punto di partenza.

Gita bella e con clima frescolino, ma piacevole e senz’altro da ripetere.

6 MOTO 8 PARTECIPANTI

300 KM PERCORSI

Be Sociable, Share!

Feb 13 2014

SUZUKI V-STROM 1000 in prova
SUZUKI V-STROM 1000 in prova avatar

Tag: Novita',Test e SondaggiBMWista @ 00:08

 PORTE APERTE SUZUKI:  test ride dal 15 al 16 Febbraio

Presso le concessionarie SUZUKI, in questo week-end ci sarà la possibilità di provare la nuova:

SUZUKI V-STROM 1000

E’ arrivato il momento di salire in sella alla nuova Sport Enduro Tourer del mercato. Motore V-Twin da 1.037 cc, 101 cavalli e 103 Nm di coppia a soli 4.000 giri. I 228 kg di peso – in ordine di marcia e con il pieno nel serbatoio – raccontano di una moto agile come una media cilindrata, mentre la dotazione di serie, tra cui il controllo di trazione regolabile e l’ABS, chiariscono le prospettive in termini di divertimento e sicurezza dell’ambiziosa V-Strom 1000.

Per gli amanti dei lunghi viaggi inoltre, la nuova V-Strom 1000 ABS  è disponibile anche nella versione 3L – Lugage, equipaggiata con due valigie laterali rigide (da 29 e 26 litri) e bauletto posteriore da 35 litri. Tutta la praticità di un set esclusivo pensato e sviluppato come parte integrante del progetto V-Strom 1000 ABS.

Per prenotare la prova basta contattare la concessionaria SUZUKI che aderisce all’ iniziativa piu’ vicino a te, l’ elenco lo si puo’ trovare direttamente sul sito ufficiale : WWW.SUZUKI.IT

 

Be Sociable, Share!

Gen 09 2014

Suzuki enduro è solo DR
Suzuki enduro è solo DR avatar

Tag: AmarcordNico @ 00:07

In questi ultimi anni le così dette CROSSOVER  ( o ENDURONE.. ) stanno ormai spopolando su tutti i mercati e quasi tutte le case ne propongono una. Nel 2014  una novità è senz’ altro la SUZUKI   V-STROM 1000.

Della precedente versione ha tenuto solo il nome, il motore è stato rivisto e con i suoi 100CV  è adatto per fare del sano turismo  in coppia e caricato come un mulo.

Migliorata l’ estetica   anche se in certi tratti riprende dei particolari che fanno ricordare  la best-seller di tutte le CROSSOVER, ossia  sua maestà GS.

E come tanti pensano al particolare del  becco facendolo assomigliare alla moto bavarese.  Ma purtroppo quì sbagliano perchè la prima moto che ha avuto un becco è stata proprio una SUZUKI.

Magari molti non si ricorderanno, ma la capostipede delle moto beccute è stata la SUZUKI DR 750 BIG.

DR queste due lettere significano tanto per la SUZUKI, sono anni ed anni di una continua evoluzione nel settore delle ENDURO monocilindriche.

Vediamo un po’  l’ evoluzione delle DR.

Tutto inizio’ nel 1980 in mezzo a moto da strada, da cross e da regolarità  nacque la categoria ENDURO con  prima DR 400 S   da 400 cc  con soli 27 cavalli.

A sinistra la

  DR 400 S

a destra la

DR 500 S

 

Nella seconda versione la forma rimane la stessa , ma la cilindrata cresce a  500cc con potenza di 32 CV, un peso di 148 kg e freni a tamburo.

Nel 1983  ancora un aumento di cilindrata, ma la moto è tutta nuova con monoammortizzatore e freno a disco anteriore, è piu’ alta, pesante e con un serbatoio gigante. Il motore un 600CC a  4 valvole da 43 CV.

A sinistra la

DR 600 R

a destra la

DR 650R DJEBEL

Ancora un aumento di cilindrata nel 1987 a 650 cc e la DR diventa sempre piu’ vestita con una mascherina che fa da vero cupolino e quest’ ultimo motore spingerà altri modelli quasi fino a i giorni nostri.

Ecco quà sotto gli ultimi DR motorizzati con il 650 cc, di cui la versione DR 650 RS con finalmente l’ avviamento elettrico ed  cupolino integrato al serbatoio.

a sinistra la

DR 650 R

a destra la

DR 650 RS

con avviamento

elettrico

Anno 1988 la rivoluzione, DR 750 S  BIG  è la parola d’ ordine per una moto grande in tutto, ecco che spunta il BECCO piu’ il parafango che rasenta  la ruota anteriore. La cilindrata sale ancora, 727 cc il serbatoio diventa molto piu’ capiente in stile marathon con il cupolino integrato.

a sinistra la

DR 750 S BIG

a destra la

DR 800 S BIG

Nel 1990 quando tutti puntano sul bicilindrico, la SUZUKI insiste mettendo in commercio la DR 800 S BIG la piu’ grossa monocilindrica mai costruita, siamo a 779 CC da 54 CV ed un peso di 194 kg.

E così dopo ben 25  anni il becco della DR 750 S BIG  ritorna anche se molto diminuito sulla nuovissima SUZUKI V-STROM 1000, ma per i nostalgici  la guida e la linea della BIG piace ancora molto.

Certamente  se in casa SUZUKI  verrà l’ idea di rimettere in commercio in versione moderna  della BIG con il suo grosso motorone monocilindrico saranno in molti ad apprezzare l’ impegno.

Be Sociable, Share!

Set 25 2013

22/09/2013:Calestano-P.sso Sillara-Langhirano
22/09/2013:Calestano-P.sso Sillara-Langhirano avatar

Tag: GiteLeo @ 17:14

Solito ritrovo a Grumello con il PRESIDENT, ormai assuefatto all’idea di dover abbandonare almeno per quest’anno  le gite con il  GRUPPO ZONA ROSSA e per la seconda volta ( memorabile! ) neanche una BMW alla partenza. Infatti parte del  gruppo  era partito il giorno precedente per un week- end in Liguria e guarda caso la maggior parte erano BMWisti ( l’elite !!!!!!!! ). Ai quattro made in Japan della gita precedente si è aggiunto Michele con la sua Honda e cosi’ si completava il trio giapponese.

Partenza precisa alle ore 9 con destinazione Fornovo, Calestano e risalita verso il Passo della Sillara con strade semideserte ma molto sconnesse e con residui fecali sparsi qua e là lasciati da cavalli solitari ( a momenti ne investivo due che attraversavano la strada senza preavviso ! ).

La destinazione era Langhirano e a questo punto il grande Marco Caccia si ricordava di una pubblicità televisiva che sponsorizzava un ristorante tipo agriturismo denominato ” La Fazenda”. Dopo una breve ricerca si giungeva in questa oasi agrituristica immersa nel verde con laghetto e cigni, maneggio con cavalli ecc.!!!

Seduti a tavola sotto un immenso tendone in compagnia di un gruppo di cavallerizzi , abbiamo apprezzato un ottimo antipasto di salumi con torta fritta e formaggi, tagliatelle con tartufo o funghi, tiramisù, caffè .. ( con un modico prezzo ).

RITORNEREMO CERTAMENTE ………………..

5 PARTECIPANTI 5 MOTO

300 KM PERCORSI

Be Sociable, Share!

Set 19 2013

08/09/2013 : P.sso Cisa-Villafranca in Lunigiana
08/09/2013 :  P.sso Cisa-Villafranca in Lunigiana avatar

Tag: GiteLeo @ 17:49

Domenica 08 Settembre. Classica gita decisa all’ultimo momento viste le pessime previsioni atmosferiche riguardanti le montagne alpine. Purtroppo anche il meteo prevedeva brutto tempo per gli Appennini e infatti al classico ritrovo di Grumello ci siamo presentati solo in quattro con il President  ormai troppo acciaccato e il Beppe Piccioni restio e troppo timoroso per affrontare una giornata piovosa.

Un dato statistico confortante ma certamente non ripetibile: solo quattro moto made in Japan, neanche una BMW ( troppo emozionante ! ). Si parte decisi verso la meta e un po’ prima di Fornovo scende qualche goccia che non rallenta di certo la nostra marcia. Il buon Mauro un po’ intimidito,  decide di infilare l’antipioggia e forse questo rito scaramantico ci ha salvati per tutto il resto della giornata. Si sale affrontando la salita del  passo della Cisa (  con scarso traffico )  e giunti in cima ci facciamo ritrarre di fronte al piccolo monumento dedicato all’indimenticabile SIC.

Discesa verso Pontremoli e arrivo presso il ristorante Manganelli dove sotto un piacevole gazebo e circondati da un acquazzone memorabile ci siamo goduti un ottimo primo di spaghetti alle vongole, una frittura mista eccezionale, dolce, ecc. ( mitico! ).

Si riparte con nubi minacciose e con strade bagnate ma evidentemente i temporali ci precedevano. Bellissima gita al fresco e certamente da ripetere annualmente.

Notate attentamente il micetto posizionato sulla sella della mia SUZUKI TRAVELLER dopo l’uscita dal ristorante . Ormai i gatti sono geneticamente modificati e vista la loro indole preferiscono moto comode, confortevoli e certamente belle e modernissime !!!!!

4 PARTECIPANTI 4 MOTO

360 KM PERCORSI

Be Sociable, Share!

Ago 23 2013

16/06/2013: XI° motoraduno DUCATI
16/06/2013: XI° motoraduno DUCATI avatar

Tag: Cene, feste, eventi,RaduniNico @ 02:02

Domenica 16 Giugno. Per questa  volta il GRUPPO ZONA ROSSA  si è dato ad una gita un po’ alternativa.

Come è successo nel 2012 alcuni soci del gruppo hanno aderito al RADUNO DUCATI, su invito del nostro amico LEONARDO NICOLI  anch’ esso invitato dal sig. ALBERTO PARINI titolare della concessionaria DUCATI-BRESCIA.

Prima cosa bisogna  fare i complimenti al sig. PARINI che con la sua immensa passione per il mondo delle due ruote ha  organizzato questo bellissimo raduno con motogiro per poi dare il ricavato della manifestazione in beneficenza per costruire l’ ospedale oncologico ” LAUDATO SI'”  di Rivoltella del Garda.

Partiti da Cremona alle ore 8:30 imbocchiamo l’ autostrada per essere piu’ che puntuali  intorno alle ore 9:30 presso l’ istituto ANTONIANO dei Padri Rogazionisti a DESENZANO DEL GARDA.

Dopo esserci iscritti, andiamo a far colazione   accompagnati dal susseguirsi  dei vari rombi  delle moto che via via riempiono il parcheggio dell’ istituto. Giustamente essendo un raduno DUCATI il colore rosso delle moto di BORGO PANIGALE  si espande a macchia d’olio ( questa per i cattivoni non DUCATISTI puo’ essere considerata una battutaccia…ahahahah ).

Ore 10:00 viene impartita la benedizione e dopodichè si forma il lungo serpentone pronto per il motogiro.

Non mi ricordo bene i vari paesi attraversati, ma l’ arrivo dopo aver fatto una ottantina di  km  è  a BORETTO.

Ed ecco la novità di questo raduno. Non ci fermiamo ad un ristorante, anzi parcheggiamo i nostri mezzi sulla riva del PO dove poi ci aspetta la  MOTONAVE STRADIVARI.

Dopo esserci imbarcati, veniamo accolti con un ottimo aperitivo e possiamo visitare con calma l’ intera motonave, visto che  abbiamo piu’ di tre ore di navigazione sul PO.

Rd. DUCATI 2013

Un vero spettacolo  consumare un buon pranzo cullati dalle onde del fiume e tanta buona musica   intanto che il capitano  spiegava   a tutti i passeggeri  cosa stavano osservando in quel momento.

Arrivati sulla terra ferma intorno alle ore 16:30, dopo aver sorseggiato l’ ultima birra  e ringraziato il sig. ALBERTO PARINI  riprendiamo le nostre moto e con calma ci dirigiamo verso casa.

Una esperienza bellissima  e  il fatto che con la passione  che abbiamo per le nostre moto siam riusciti a fare del bene ci rende molto felici.

 

Be Sociable, Share!

Set 19 2012

16/09/2012: Monte Penice – Marsaglia
16/09/2012:  Monte Penice – Marsaglia avatar

Tag: GiteLeo @ 18:03

Dopo le splendide vacanze in Sardegna (  seguira’ articolo ), ritrovo per breve gita con destinazione imprecisata, ma sempre accattivante per chi voglia ritrovarsi in gruppo e godersi una gita fuori porta con la propria motocicletta.

Ci si ritrova a Grumello in sette motociclisti e dopo breve consultazione  ( con Beppe Piccioni ) si decide di arrivare a Monte Penice passando da Nibbiano ( PC.) e deviare per Pecorara, Cicogni fino al bivio per il passo dove ci si ferma per una breve sosta. Evito di descrivere una manovra di posteggio in retro della mia moto  per evitare facili commenti da parte di collaudati ed esperti motociclisti. Dopo un po’ si scende verso Bobbio e si prosegue oltre Marsaglia per fermarci presso la Locanda la Rosa ( Brrrrr……!!! ) per un pasto alla buona e per assistere alla telecronaca del MotoGP ( tralascio di elencare i salaci commenti nei confronti del PRESIDENT ). Rientro a moderata velocita’ e birrona in gruppo a Caorso per poi salutarci per il prossimo appuntamento.

KM: 260 circa

7 MOTO 7 PARTECIPANTI

Be Sociable, Share!

Lug 26 2012

22/07/2012: Caprino VR – Monte Baldo
22/07/2012: Caprino VR – Monte Baldo avatar

Tag: GiteNico @ 15:20

Domenica 22 Luglio il GRUPPO ZONA ROSSA per scappare dal caldo afoso della nostra pianura padana ha pensato di andare a prendere un po’ di fresco sul MONTE BALDO, percorrendo la strada che da AFFI porta a CAPRINO VERONESE.

Partenza puntuale ore 8:30  dalla sede direzione  Cremona per poi prendere l’ Asolana che ci fa arrivare in breve tempo sul lago di Garda.

Prima tappa viene fatta sulla superstrada di AFFI e anche se i km son pochi l’ unica moto che ha bisogno di abbeveraggio è la TRAVELLER del LEO DOC ……… O sarà stata solo un scusa per un pausa WC … mah !!!

Abbandonata la superstrada, finalmente inizia l’ arrampicata verso CAPRINO VERONESE con un bel susseguirsi di curve e purtroppo anche di molti cartelli di autovelox.

Quindi con un occhio aperto e la mano pronta per chiudere il gasss arriviamo al solito bar in cima dove c’è una splendida veduta del lago di Garda.

Fatte le foto di rito ci raggruppiamo e proseguiamo su su fino alla cima del Monte Baldo per la pausa pranzo.

Siamo a 1450 mt e si sta veramente bene, il tempo di parcheggiare le moto   e decidere il ristorante  il nostro socio AMI ci chiama per aggregarsi con noi.

Quindi aspettiamo una mezz’ oretta  avendo così il tempo di decidere il viaggio del ritorno.

E dopo un po’………..   finalmente si mangia e dobbiamo dire che abbiamo fatto centro,  ottimo rapporto qualità/prezzo.

Usciti dal ristorante visto che il tempo non era il massimo, abbiamo deciso di fare la stessa strada nel ritorno e il fattore culo ci ha dato una mano ……. passavamo sempre dove aveva appena piovuto, compreso l’ ultimo tratto  Cremona-casa.

E per la seconda volta il ritorno non è in ordine sparso….. che miracolo!!!

Tutti asciutti e contenti  e speriamo nel il meteo per Domenica ……

 

 

 7 MOTO 9 PARTECIPANTI

KM 310

Be Sociable, Share!

Lug 11 2012

GITA 8/07/2012 : MADONNA DI CAMPIGLIO – PASSO TONALE
GITA 8/07/2012 : MADONNA DI CAMPIGLIO – PASSO TONALE avatar

Tag: GiteLeo @ 17:41

Gia’ dai giorni precedenti si sapeva che molti soci non si sarebbero presentati per svariati motivi, ma di certo non avrei mai immaginato che saremmo partiti in dieci.Ritrovo e partenza puntuali con giornata splendida e abbastanza fresca, almeno fino al pomeriggio.

Si parte in sette ( Leo-Doc, Luis P.P., Oreste, Gianluca Vailati, Stefano Casana, Guatto e un suo amico Francesco con Yamaha FZ8) sapendo che ad attenderci al ponte di Bordolano avremmo ritrovato Bruno di Viadana con la sua CBR 1000. Proseguendo si uniscono Ducaconte e Domenico di Lodi presso il negozio Canella. Aggiungo che si prospettava un giro senza quelle noiose BMW da borghesucci, ma purtroppo Stefano Casana dopo tante gite in cui e’ mancato, e’ riuscito a rovinare questa storica e irripetibile giornata presentandosi con la sua BMW 800 ( fra l’altro non c’era alcuna Ducati !!!!! ).

Per l’ennesima volta si affrontano le mitiche curve delle Coste e si giunge a Idro per la 1° tappa con ristoro idrico.

Si prosegue per Madonna di Campiglio, che lasciamo alla nostra destra, e si raggiunge il Passo Carlo Magno dove si effettua la 2° sosta.  Veloce discesa verso Dimaro, svolta a sinistra e dopo circa un km. sosta e pranzo presso Ristorante Pizzeria Dolomiti ( da ricordare )  Si riparte per il Passo Tonale, evitando val di Pejo visto che il giro era gia’ abbastanza lungo, e ci si ferma per la 4° sosta. Sul passo si apprezza il clima fresco e frizzantino e si riparte sapendo di dover affrontare la temibile afa che avremmo incontrato avvicinandoci alla pianura. In prossimita’ del lago di Iseo, come spesso accade, il gruppo si e’ diviso in due in quanto per un banale disguido non ci siamo riuniti presso un distributore di benzina.Sono certo pero’, che pur stanchi e accaldati, tutti sono giunti a destinazione  gia’ pregustando  il prossimo ritrovo.   Bella gita con luoghi e panorami incantevoli: e’ sempre un piacere rivederli.

Partecipanti : 9 soci + 1

km.: 420-430 circa

Alla prossima !

Be Sociable, Share!

Giu 13 2012

10/06/2012 : GITA A SESTRI LEVANTE
10/06/2012 : GITA A SESTRI LEVANTE avatar

Tag: GiteLeo @ 19:02

Dopo circa un mese di attesa per risalire in moto, giungo pimpante  al bar centrale di  Grumello Cr.se, sperando di rivedere un folto gruppo di motociclisti nonostante le condizioni meteoreologiche incerte. L’unico presente era il giovane Mattias con la sua KTM 125 e dopo un po’ giungeva il President in automobile con due occhietti lucidi e assonnati;  si giustificava con motivazioni molto poco attendibili. Inoltre in queste sere ci sono molte feste della birra ( ovviamente di chi la vende ) o altre riunioni conviviali e questo puo’ in parte giustificare la scarsa partecipazione.

Allego due prove di cio’ che sto dicendo :

Nel frattempo contatto Beppe Piccioni che ci conferma la sua presenza e ci attende  a Castelvetro Piacentino visto che si decide di scendere in Emilia ( si è escluso il monte Bondone visti i presunti temporali al nord ). Intanto  giungono Masa con Giuly e finalmente si parte con destinazione SESTRI LEVANTE.

Si passa da Piacenza , val Trebbia per Bobbio – Marsaglia e successiva deviazione per la val d’Aveto ( molto bella e con scarso traffico ) con andatura costante  per godere la vista di queste montagne e vallate cosi’ belle e impervie. Si giunge al passo Forcella e si scende verso il mare a Chiavari per poi arrivare a Sestri Levante.

 

 

Dopo aver parcheggiato le moto sul lungomare ci si concede una breve sosta in una trattoria locale  (con vista mare )  e si consuma un frugale pasto. Tempo soleggiato e ventilato con temperatura gradevole  ( neanche un goccia di pioggia durante tutto il percorso ). Si anticipa il ritorno onde permetterci di poter assistere alla partita di calcio dell’Italia e pertanto si arriva a Varese Ligure per risalire al passo Cento Croci, discesa verso Borgo Val di Taro, Fornovo, Fidenza …….

Spero in una piu’ folta partecipazione per la prossima gita e arrivederci  a Domenica per il motoraduno !!!!!

Complimenti e auguri alla matricola Mattias che dara’ il filo da torcere a molti sboroni del gruppo.

Partecipanti : 5

Km. percorsi : 380-390 circa.

 

Be Sociable, Share!

« Pagina precedentePagina successiva »