Apr 18 2018

08-04-2018 Idro-Bagolino-Ledro
08-04-2018 Idro-Bagolino-Ledro avatar

Tag: Gite,MotomondialeNico @ 00:35

Domenica 08 Aprile. Dopo la cena d’apertura stagione di sabato sera, super pronti per la prima gita 2018.

Il ritrovo ore 9 presso il bar PIT-STOP a Castelleone e dopo aver fatto colazione intorno alle ore 9.30 si parte, tutti con il pieno  verso Brescia facendo la strada da Orzinuovi.

Arrivati a Brescia prendiamo la strada della val del Caffaro e come al solito si fanno le famose coste  per arrivare ad Idro dove si farà la prima tappa per un caffè.

Al gruppo di partenza ben 9 moto  si aggiunge MASSIMO con la sua BMW K 1200S e dopo la pausa caffè si riprende il lato del lago d’ IDRO e risaliamo per  BAGOLINO dove abbiamo prenotato il ristorante.

Bella la strada che porta a BAGOLINO ed arrivati a destinazione, una volta parcheggiati i mezzi iniziamo a far andare le forchette.

Ottima qualità-prezzo al ristorante IL CAVALLINO con piatti unici a base di capriolo e polenta, dolci e del buon vino.

Finito il pranzo tutti insieme si  visita il centro storico molto caratteristico di questo paese.

Una volta riprese le moto il gruppo si divide in due, alcuni  prendono la strada del ritorno ed invece altri scendono e riprendono la strada che va sulla val di LEDRO.

Purtroppo, visto un gravissimo incidente il secondo gruppo viene fermato prima di arrivare a LEDRO, quindi indietro front e si fa l’ultima  tappa sul lago d’ IDRO alla pizzeria DA CINZIA.

Si ritorna ancora da BRESCIA per la strada che porta ad ORZINUOVI e con piacere ci si ritrova per un aperitivo con il primo gruppo che ci aspetta a POMPIANO.

Ci si saluta e via via, visto che per le 21 tutti pronti per la visione della MOTOGP d’ ARGENTINA.

10 MOTO 12 PARTECIPANTI

300 KM CIRCA

 

 

 

 


Feb 11 2018

Moto del passato: APRILIA RST Futura
Moto del passato: APRILIA RST Futura avatar

Tag: Amarcord,GiteNico @ 00:01

Oggi è il turno di un  modello che purtroppo  anni fa non ha avuto il successo che si meritava, forse perchè  la sua  linea era troppo futuristica per quei giorni. Parliamo della:

APRILIA RST 1000 FUTURA

Dotata di un motore bicilindrico a V  di 60° a 4 valvole e 2 candele  di accensione per cilindro di produzione ROTAX per una cilindrata  complessiva di 997,62 cm e 84 KW(114 CV ) di potenza  massima. Lo stesso propulsore, in potenze diverse, equipaggia anche la APRILIA ETV 1000 CAPONORD e la  APRILIA RSV . Lo scarico era un “due in uno” con collettori in acciaio inox  e catalizzatore  a norme euro 1  con scarico centrale sottosella.

E’ stata prodotta dal 2001 al 2004   e si collocava nel settore delle ” sport touring” e forse proprio per questo non è stata molto considerata dal pubblico.

La   FUTURA non ha avuto vita facile visto  doveva confrontarsi con quel modello che è la sport touring per eccellenza.  La HONDA VFR 800 che a suo favore aveva la sicurezza del marchio di garanzia HONDA  e per di piu’  costava un bel milioncino in meno.

Di certo non si potevano confrontare ad armi pari, anche perchè completamente diverse su qualsiasi particolare,  dal motore (  HONDA un 4 a V e APRILIA un bicilindrico a V ) alla ciclistica ( piu’ evoluta quella APRILIA ), ma  per l’ utente quello che serviva era proprio capire il suo comportamento nel uso turistico.

Di fatti la VFR è una garanzia per questo utilizzo  visto l’ esperienza maturata negli anni,  invece APRILIA essendo la novità non è proprio riuscita a farsi valere forse perchè il suo carattere era un po’ piu’ sportivo come tutti i modelli della casa di NOALE.

Un vero peccato, forse  se la FUTURA   sarebbe stata prodotta piu’ avanti avrebbe avuto il successo che si meritava.

  A parer mio  questa linea che a quei tempi sembrava troppo futuristica oggi farebbe sfigurare molti ultimi nuovi modelli.

Di fatti proprio nella scorsa stagione con il GRUPPOZONAROSSA  in occasione di una delle nostre gite  ho avuto il piacere di vederne uno ancora in giro in condizioni spettacolari  e quando ho fatto notare ai piu’ giovani che questo modello aveva piu’ di 15 anni son rimasti stupiti proprio dalla linea e dalla componentistica di questo modello.

Non c’è niente da dire noi italiani in fatto di stile siamo avanti anni luce, purtroppo  troppo avanti in certe occasioni.


Gen 20 2018

Nuove gite 2018
Nuove gite 2018 avatar

Tag: GiteNico @ 03:33

Per tutti i soci del GRUPPO ZONA ROSSA

Per chi ha delle nuove proposte, non fa altro che scriverle tramite commento o inviare un e-mail a:  nicobmw73@libero.it descrivendo il luogo da visitare e le informazioni stradali.

Ogni idea verrà elencata come proposta da mettere nel  programma STAGIONE 2018

La stagione sta per iniziare e le  Domeniche da passare insieme saranno molte quindi ………

Le gite sono aperte a tutti, il GRUPPOZONAROSSA vi aspetta…..

AVANTI CON LE PROPOSTE


Gen 01 2018

La Nemo racconta……
La Nemo racconta…… avatar

Tag: Comunicazioni soci,GiteNico @ 00:01

Caro NICOLA,

anche se la nostra convivenza è durata un po’ troppo poco, ti sono grata  per tutti i km fatti insieme.

Mi hai sempre trattata bene, sempre tagliandata con i migliori prodotti, lucidata dopo aver presto gli acquazzoni, sempre gommata con pneumatici sportivi e personalizzata con buon gusto.

Ti sgrido solo per le impennate fatte che di certo non facevano del bene al mio cambio e al mio cardano, ma ti perdono perchè sentivo che ti divertivi un sacco.

Ci siamo conosciuti nel Ottobre 2016, avevo solo 18000km e grazie al mio ex proprietario PIERANGELO che mi ha trattato maniacalmente sembravo una moto appena uscita dal concessionario, bensì la mia immatricolazione è stata nel Febbraio 2007.

Fu’ amore a prima vista e  non mi hai fatto scappare, come un bambino ti sei fatto il regalo di S. LUCIA.

Di fatti  il giorno 13 Dicembre sei venuto con un furgone a prendermi ed alla sera ero già nel tuo garage  al calduccio.

E come un bambino con il giocattolo nuovo non hai resistito a provarmi e già prima di Natale abbiamo fatto i primi km insieme, il solito giretto per far veder agli amici la nuova moto.

Già dai primi km ho capito che ti piacevo un sacco, il mio motore BOXER ti ha entusiasmato subito, con  le mie  sospensioni OHLINS sembravo su un binario, poi il cambio elettronico una goduria per te.

Subito ti ho fatto dimenticare la tua KAPPONA BMW K1200S, sempre un gran mezzo, ma il feeling con me è stato tutta un’ altra cosa.

Dopo pochi mesi i primi particolari messi…. dal bordino rosso con scritta R1200S sui cerchi, alla leve regolabili ed allungabili rosso/ nere, dalle coperture in carbonio dei serbatoi di frizione e freno, alle frecce bianche, dal monoposto in carbonio, alla scritta sul cupolino ” CIRLOMAN” e per finire quel bellissimo doppio scarico GPR sottocoda  che mi ha dato quel bel  vocione quando facevi cantare il mio motorone BOXER.

Le vere gite come si deve  abbiamo iniziato a farle ai  primi giorni  di Marzo 2017, prima in solitaria e poi insieme al GRUPPOZONAROSSA.

Tanti km insieme,  tante curve e tanti  panorami visti.

Siamo stati esclusi anche da una Benedizione, ma questo conta poco con quello che mi hai fatto veder in questo anno, mi hai portato al BMW Motorrad Days 2017  a Garmisch facendo strade bellissime  e per farmi trascorrere un week-end insieme a tutte le mie sorelle BMWiste.

Altri week-end molto belli son stati  quello nell’ entroterra Ligure e la strada dei terremoti a S.Benedetto del Tronto/ Amatrice/ l’ Aquila  con visita nel ritorno ad ASSISI ed al lago Trasimeno insieme ad amici.

Poi le due gite in solitaria con partenza mattutina alle ore 5, il primo da 670 km facendo il lago d’ Iseo poi  il p.sso Gavia/ Stelvio/ Resia con visita al campanile e ritorno dal p.sso Palade, lago di Cles/ Molveno/ Ledro e Idro.

Il secondo da 850km sempre passando dal lago d’ Idro, poi verso Trento e Val di Fassa, p.sso Rolle/ Duran e visita alla diga del Vajon e ritorno dall’ altopiano di Asiago, p.sso Sommo/ Folgaria con ritorno a casa sempre dal lagod’ Idro

Altri km poi fatti  con i soci del GRUPPOZONAROSSA, ogni domenica attraverso i vari passi in zona e con le mitiche soste con i piedi sotto al tavolo per assoporare la cucina tradizionale del posto.

In questa stagione abbiamo macinato piu’ di 14000km insieme, consumando ben tre treni di pneumatici Continental SportAttack.

Eravamo sempre in sella, una stagione stupenda che sembrava non finire mai, ma purtroppo a due giorni prima del tuo compleanno  quella stupida scivolata ha spezzato la nostra favola 2017.

Il 23 Luglio 2017, una gita tranquilla insieme al GRUPPOZONAROSSA si è trasformata nel giorno piu’ brutto della nostra convivenza.

Tu hai avuto la peggio con  tibia e perone rotto e tutte le compicazioni dovute all’ operazione ed io dopo aver strisciato sono andata sbattere di muso sul muretto a bordo strada per poi capottarmi nel campo.

So che sarà dura essere ancora in strada nel 2018, ma sono certa che con il tuo impegno e costanza riuscirai a trasformarmi  e mi renderai ancora piu’ bella di prima, una vera ” SPECIAL “ come si deve.

Nemo 2017

GRAZIE NICOLA PER TUTTI I KM INSIEME !!!

By

La tua NEMO


Nov 02 2017

29/10/2017 Gita Borno Presolana Zambla
29/10/2017 Gita Borno Presolana Zambla avatar

Tag: GiteUmbe @ 12:59

Nonostante sia fine ottobre il tempo permette ancora delle gite il moto e ovviamente il Gruppo Zona Rossa non si fa pregare. Si ringrazia Aldo che si è occupato di organizzare un  bel giro con un’organizzazione perfetta come sempre .

Ritrovati alle 8,30 presso il bellot’s e partiti mezz’ora dopo col passaggio a Cologno al serio per incrociare Aldo ( e il President) troviamo: Brelio e Marisa, Max, Beppe, Serafino, Caccia, Luca, Vanes, Gianpaolo e il figlio Lorenzo .

Partiti in direzione Lovere visto il traffico c’è stata qualche difficoltà a rimanere uniti ma dopo poco ci si compatta per una prima sosta caffè lungo la statale. Quindi si sale verno Borno dove finalmente si trova un tiepido sole e scompare il fastidioso vento trovato prima di Bergamo.

Da Borno si prosegue verso la Presolana quindi si arriva a Clusone dove si sosterà nella frazione di Parrè per il pranzo. Grazie alle conoscenze di Aldo si affronta un buon menù a base di “scarpinocc” più un misto di salumi e formaggi con polenta tutto veramente molto buono oltre a una bella dose di vino rosso.

Dopo un caffè e un ammazzacaffè ( immancabile per il Gruppo Zona Rossa) si riparte in direzione Passo Zambla dove ci si è potuto ancora divertire con delle belle curve e un’asfalto che ancora permetteva qualche bella piega.
Dopo una sosta in cima al Passo il Gruppo Zona Rossa riparte in direzione Bergamo dove poi i vari soci si divideranno per rientrare a casa dato che il cambio dell’ora porta il buio molto presto.

12 partecipanti

10 moto

300km


Ott 23 2017

15/10/2017 : GITA A PORTOVENERE
15/10/2017 : GITA A PORTOVENERE avatar

Tag: Gite,Senza categoriaLeo @ 18:43

Bellissima gita con un tempo splendido da non far rimpiangere l’estate trascorsa. Ritrovo come al solito al Bellott’s alle ore 9 e partenza precisa alle 9,30. Presenti Leo, Beppe, Amighetti , Claudio , Dino, Marco, Cino, Brelio e Marisa, Lorenz e Azzurra. Giunti a Cremona, si entra in autostrada per giungere rapidamente a Fornovo ( Pr. ), si esce al casello e si prosegue per Borgo Val di Taro.

 

 

Si risale verso il Passo Cento Croci e giunti a Varese Ligure si devia per La Spezia. Si costeggia il bellissimo golfo della città e si giunge a Portovenere verso le 13,30. Ovviamente la ridente  località era piena di turisti, con parcheggi colmi all’inverosimile e siamo riusciti a parcheggiare sul marciapiede con l’ovvio rischio di beccarci una multa. A questo punto il gruppo si divide, in quanto le due coppie decidono di visitare la parte caratteristica della cittadina e i restanti sette si siedono a tavola (all’aperto sul lungomare) in un ristorante già provato in passato ( ristorante La Lucciola ).

 

Ottimi gli antipasti di pesce e cozze, alcuni proseguono con spaghetti alla marinara e altri con fritto misto. Il tutto accompagnato con un ottimo Vermentino. Caffè e ammazzacaffè e un conto un po’ caruccio, ma d’altra parte essendo in un posto di mare così caratteristico ed essendo ( almeno per me ) una delle ultime gite dell’anno si può accettare. Dopo il pranzo alcune foto di rito sul lungomare e successiva partenza per il rientro in autostrada. Il traffico intenso per giungere a La Spezia e poi attraversarla per giungere al casello autostradale, ha fatto disperdere il gruppo ( come al solito ). Inoltre una lunghissima coda prima di giungere a Berceto ha ulteriormente rallentato il ritorno. Veramente una bella gita che si rifarà certamente.

 


Partecipanti 11

Moto 9

km. 440-50 circa


Ott 19 2017

8/10/2017 : GITA A ROVEGNO ( VAL TREBBIA )
8/10/2017 : GITA A ROVEGNO ( VAL TREBBIA ) avatar

Tag: GiteLeo @ 18:25

Breve gita in val Trebbia per concludere il ciclo di gite del GZR e considerate le belle giornate di ottobre, pensiamo di proseguire anche per domenica 15/10. Ritrovo come al solito al Bellot’ s di Cappella Cantone alle ore 9,30 e partenza alle 10 con un gruppo numeroso. Si arriva a Piacenza e si prosegue per Bobbio come prima tappa. Altra breve tappa a Gorreto e dopo poche km. si giunge a Tavernelle ( fraz. di Rovegno ) per sederci a tavola presso il ristorante La Taverna. Menù a base di ottimi ravioli seguito da un buon roast-beef, acqua e vino a volontà ,caffè e ammazzacaffè …., il tutto per una modica cifra.

 

Dopo il pranzo, il gruppo decide di ritornare imboccando la val d’Aveto mentre il sottoscritto ritorna dalla val Trebbia per giungere in breve tempo alla propria destinazione. Articolo un po’ stringato , parlano le immagini.

 

 

 


 

 

 

 

 

Partecipanti : 17

Moto : 14

Km. : 240-250 circa

 


Set 18 2017

LEO DOC -SARDEGNA 2017 ( 23/08/2017 – 01/09/2017 )
LEO DOC -SARDEGNA 2017  ( 23/08/2017 – 01/09/2017 ) avatar

Tag: GiteLeo @ 21:01

Dopo qualche anno di ferie mancate e l’ indelebile ricordo dei tre anni ( 2010-2012 ) passati in Sardegna con amici del GZR ( vero Ciano ? ), ho deciso di ritornarci, anche da solo, per rivedere e riscoprire nuove mete turistiche certamente suggestive. Tramite una agenzia viaggi ( Piper viaggi di Soresina ) mi sono fatto prenotare un caratteristico villaggio sul mare ( Cala Luas Resort in località Marina di Cardedu, 15 km sotto Arbatax ) per tenere un punto d’ alloggio fisso  e alternare giri in moto al mattino e rilassante bagno di mare al pomeriggio. Ottima scelta come villaggio da 4 stelle, veramente ospitale e con ottimo menù.

 

Partenza in data 23/08/ 2017 con imbarco a Livorno verso mezzanotte e arrivo a Olbia verso le 7 del mattino. Dopo lo sbarco, con velocità superturistica si imbocca la mitica SS. 131 per giungere  al bivio per Siniscola ed entrare sulla SS. 125. Si  prosegue per Orosei, Dorgali e si sale sul bellissimo passo della Genna Silana con  curve a non finire in una  strada già bella , ma completamente riasfaltata ( ottima per gli sboroni del gruppo ). Si scende verso il caratteristico paese di Baunei, da dove si incomincia a intravedere la piana di Arbatax e il bellissimo mare antistante. Verso le 11. 30 si arriva al villaggio e si prende alloggio in una camera veramente confortevole. In sala Reception incontro una giovane coppia di motociclisti, che purtroppo stavano ritornando alla base. La mia moto è stata per tutto il soggiorno l’unica del villaggio ed è stata premiata come la moto più bella, soprattutto dai tanti bambini che sollecitavano i propri genitori a comprarne una simile. Oltretutto il gruppo S.L.S.T.D.E.G.S. ( salviamo le Super Tenerè dall’egemonia delle G.S. ) mi ha premiato per la mia autorevole presenza sull’isola ( grandi !!!!!! ).

 

Il primo mattino si parte per un breve giro sulla costa con destinazione Bari Sardo, Tortolì, Arbatax ( mare incantevole ), ritorno verso Marina di Gairo con insenature bellissime. Il giorno dopo, si parte per Muravera ( già vista negli anni precedenti ) e sosta  a S. Priamo a salutare una vecchia conoscenza di Annicco ( Angelo che ha sposato una ragazza del luogo ), si prosegue per Villasimius, Costa Rei e ritorno. ( traffico scarsissimo e strade perfette ).

 

Terza giornata con un giro incredibile ( non arrivavo mai ) e strade dove il rettilineo più lungo non superava i 400 mt. Infatti dopo Cardedu, si sale per Jerzu, Perdasdefogu, Orrioli, Siurgus Donigala, Mandas ( Ogliastra e Campidano ) per imboccare la mitica S.S. 198 dove anni fa ero stato veramente insultato e malmenato dalla mia zavorra Mary per l’eccessiva lunghezza e asperita’ di questa strada che giunge a Ulassai ( Barbagia ) e ancora a Jerzu per poi ritornare a destinazione.

Veramente un’ interminabile serie di curve e controcurve che non lasciano respiro e dove non ti rendi conto di quando e come arrivare a destinazione. Incontri una macchina o una moto ogni tanti km. e se cadi non sai quando ti potranno ritrovare. Da rifare !!!!!


Nei giorni successivi giro a Tertenia e Marina di Tertenia, Lanusei, Ballao …. tutti paesi collinari veramente caratteristici e con ammiratori entusiasti della mia Super Tenerè ( troppo bella ).

 

Purtroppo viene il giorno del ritorno e avendo la nave a Olbia alle 22,30, ho deciso di partire un po’ in anticipo e visitare la mitica Costa Smeralda. Si ritorna per Dorgali, Siniscola e imboccando la S.S. 131 devio per San Teodoro e Porto Ottiolu ( peggio di Rimini ), proseguo per Olbia e  Porto Aranci. Da qui inizia ad annuvolarsi e cominciano a scendere goccioloni che rinfrescano l’aria e senza alcun timore proseguo per Porto Rotondo, Baia Sardinia, Porto Cervo, Palau …. ( non sono arrivato a Santa Teresa di Gallura per un temporalone improvviso ). Con mestizia si arriva a Olbia e verso le 22,30 si sale sulla nave per il rientro. Al mattino rientro a casa con acquazzoni sparsi verso Massa Carrara e prima del Passo Cisa.

 

Bellissima esperienza di una sola settimana, da rifare senz’altro, magari con un bel gruppo di amici del GZR. Nota dolente l’eccessivo prezzo del traghetto Moby ( 320 euro ).Veramente tanti per una motocicletta e poi non si capisce come mai i prezzi possano variare in base alla data di prenotazione. Un harleysta di Monza ha pagato 160 euro prenotando in giugno. Non è mia consuetudine bestemmiare in pubblico, ma potrebbe essere  che la nave consumi di più in agosto ?


Moto 1

Partecipanti 1

KM. 2000 circa


Ago 24 2017

20/08/2017 Gita Passo della Cisa
20/08/2017 Gita Passo della Cisa avatar

Tag: GiteUmbe @ 19:06

Per questa calda domenica di metà agosto ritrovo di buon’ora per il Gruppo Zona Rossa: Destinazione Passo della Cisa.

   

Troviamo: Brelio e Marisa, Cino e Caccia, Giuliano, Gianmario, Beppe, Paolo, Fabio, Davide, Massimo, Serafino, Ivan e pochissimi minuti prima della partenza è arrivato il President in ritardo.

 

Partiti in direzione Cremona si trova il Max poi si prosegue in direzione Busseto, Fidenza fino ad arrivare al solito distributore a Fornovo. Purtroppo non funzionava ed essendo l’ultimo prima del passo non c’è stata altra scelta che salire senza rifornirsi.

 

Finalmente dopo anni il Passo della Cisa è stato completamente riasfaltato e il Gruppo Zona Rossa se l’è potuto godere appieno sia dal punto di vista panorama che pieghe!!!
Arrivati in Cima di buon’ora c’è stata una bella pausa caffè dove si è potuto ammirare diverse moto d’epoca o pronto pista.

Quindi si è ripartiti in direzione di Villafranca Lunigiana per pranzare da Manganelli il quale non delude mai le aspettative del Gruppo Zona Rossa.

     

Prima però una veloce sosta benzina a Pontremoli dove il President è arrivato al distributore per inerzia… Stavolta l’ha rischiata davvero!!!

     

Arrivati da Manganelli il Gruppo Zona Rossa ha pranzato con un misto di primi tra cui: ravioli al sugo, testaroli al pesto, risotto ai funghi e vari secondi tra cui cinghiale, baccalà al pomodoro e arista di maiale.

 

Ovviamente non potevano mancare dolci caffè ed ammazzacaffè sempre in quantità degne del Gruppo Zona Rossa!

   

Ripartiti Gianmario e Massimo decidono di affrontare il Cerreto mentre il Gruppo preferisce rientrare dalla Cisa.
Dopo una veloce sosta sul passo si scende per il ritorno a casa, da qui un’altra tappa benzina e sosta al bar per rinfrescarsi un po’ poi verso Cremona i soci si dividono.

Ottima giornata come sempre e sempre una gran partecipazione per il Gruppo Zona Rossa!!

16 partecipanti

15 moto

400km


Ago 16 2017

13/08/2017 Gita Monte Bondone
13/08/2017 Gita Monte Bondone avatar

Tag: GiteUmbe @ 19:39

Per questa domenica il Gruppo Zona Rossa il ritrovo viene spostato al bar Kepper di Pontevico in quanto il Bellot’s è chiuso per ferie. Alla partenza troviamo: Gianmario, Beppe, Vanes, Caccia, Davide, Paolo, Claudio, Umberto e Fabio che purtroppo non verrà in gita in quanto ha perso un registro catena del suo Transalp.

Partiti prima delle 9 il Gruppo Zona Rossa si è diretto subito in autostrada superando velocemente Brescia ma a Verona appena preso il Brennero il traffico era veramente eccessivo obbligando il Gruppo Zona Rossa ad uscire ad Affi e proseguire per le statali in direzione Trento.
Vicino Riva del Garda veloce pausa benzina per decidere il percorso, su consiglio di Beppe si decide di risalire dalla parte di Adro in quanto la strada è più scorrevole.

Si affronta quindi il Monte Bondone, caratterizzato da strade bellissime con curve molto veloci e un panorama mozzafiato.
Una volta in cima si pranza come sempre alla “Capanna Viote” dove il Gruppo Zona Rossa apprezza la cucina locale!

Dopo un lauto pranzo ( al fresco!) si scende sempre dalla parte di Riva per prendere la direzione della valle di Ledro.

Purtroppo a causa del traffico non è stato possibile godersela al massimo ma rimane sempre una strada piacevole da percorrere in moto.
Purtroppo Gianmario ha avuto un imprevisto con un’ape ma fortunatamente nulla di grave e dopo una sosta al bar per riprendersi un’attimo si è ripartiti in direzione Coste.

Affrontante queste ultime curve il Gruppo Zona Rossa a Brescia si divide per rientrare a casa dopo un’ottima giornata in compagnia!

400Km

8 partecipanti

8 moto


Pagina successiva »